Archivi categoria: Lavoro

In pensione a 67 anni: il calcolo è ‘dopato’

di Franco Mostacci
pubblicato sul Fatto Quotidiano del 29 ottobre 2017

vecchiaia

Ora che l’Istat ha diffuso le tavole di mortalità per il 2016, che indicano nel triennio un aumento di cinque mesi della speranza di vita residua di un sessantacinquenne, tutti vorrebbero modificare la norma che, a decorrere dal primo gennaio 2019, fa scattare automaticamente a 67 anni l’età per accedere alla pensione di vecchiaia.

Continua a leggere

Dopo la sentenza della Consulta, riparte la contrattazione nel pubblico impiego. Ma gli aumenti saranno una miseria

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricercacorte-costituzionale

L’ultimo contratto collettivo dei pubblici dipendenti è scaduto nel lontano 2009. Il rinnovo per il triennio 2010-2012 fu cancellato con il decreto legge 78 del 2010 (governo Berlusconi) e la norma piacque tanto ai governi che si sono succeduti, che hanno pensato bene di estenderla al 2013-2014 (Letta) e al 2015 (Renzi), per la parte economica.

Continua a leggere

Pensioni future: tutti d’accordo in Parlamento contro la riduzione del montante contributivo

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricerca

parlamento_3

La Camera dei Deputati ha avviato l’iter di approvazione del DL 65/2015 recante “disposizioni urgenti in materia di pensioni, ammortizzatori sociali e garanzie sul Tfr” emanato per venire incontro (seppur di poco) alla sentenza della Consulta sulla mancata rivalutazione delle pensioni, a suo tempo decisa dal governo Monti.

Continua a leggere

Rivalutazione delle pensioni: al pasticcio del governo Monti, censurato dalla Consulta, risponde il governo Renzi. Con un altro pasticcio

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricerca
corte-costituzionale

Sono trascorsi ormai venti giorni dal deposito della sentenza n.70/2015 della Consulta, che ha definito incostituzionale il decreto “Salva Italia” emanato del Governo Monti, nella parte in cui taglia per il 2012-2013 l’adeguamento al costo della vita dei trattamenti pensionistici che eccedono di tre volte il trattamento minimo Inps.

Continua a leggere

Pensioni future più magre con il coefficiente di capitalizzazione negativo

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricerca

pensione_vecchiaia
La legge 335 dell’8 agosto 1995, meglio nota come riforma Dini delle pensioni, segnò uno spartiacque generazionale tra i lavoratori più anziani che potevano continuare a beneficiare del sistema di calcolo retributivo (più favorevole) e quelli più giovani che, invece, dovettero passare al contributivo (più penalizzante). Continua a leggere