Archivi categoria: Lavoro

Dopo la sentenza della Consulta, riparte la contrattazione nel pubblico impiego. Ma gli aumenti saranno una miseria

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricercacorte-costituzionale

L’ultimo contratto collettivo dei pubblici dipendenti è scaduto nel lontano 2009. Il rinnovo per il triennio 2010-2012 fu cancellato con il decreto legge 78 del 2010 (governo Berlusconi) e la norma piacque tanto ai governi che si sono succeduti, che hanno pensato bene di estenderla al 2013-2014 (Letta) e al 2015 (Renzi), per la parte economica.

Continua a leggere

Pensioni future: tutti d’accordo in Parlamento contro la riduzione del montante contributivo

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricerca

parlamento_3

La Camera dei Deputati ha avviato l’iter di approvazione del DL 65/2015 recante “disposizioni urgenti in materia di pensioni, ammortizzatori sociali e garanzie sul Tfr” emanato per venire incontro (seppur di poco) alla sentenza della Consulta sulla mancata rivalutazione delle pensioni, a suo tempo decisa dal governo Monti.

Continua a leggere

Rivalutazione delle pensioni: al pasticcio del governo Monti, censurato dalla Consulta, risponde il governo Renzi. Con un altro pasticcio

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricerca
corte-costituzionale

Sono trascorsi ormai venti giorni dal deposito della sentenza n.70/2015 della Consulta, che ha definito incostituzionale il decreto “Salva Italia” emanato del Governo Monti, nella parte in cui taglia per il 2012-2013 l’adeguamento al costo della vita dei trattamenti pensionistici che eccedono di tre volte il trattamento minimo Inps.

Continua a leggere

Pensioni future più magre con il coefficiente di capitalizzazione negativo

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricerca

pensione_vecchiaia
La legge 335 dell’8 agosto 1995, meglio nota come riforma Dini delle pensioni, segnò uno spartiacque generazionale tra i lavoratori più anziani che potevano continuare a beneficiare del sistema di calcolo retributivo (più favorevole) e quelli più giovani che, invece, dovettero passare al contributivo (più penalizzante). Continua a leggere

Il risanamento dei conti dello Stato solo dalle tasche dei lavoratori

di Franco Mostacci
pubblicato sul Foglietto della Ricerca

debito

Il 2014 non si presenta sotto i migliori auspici per le retribuzioni dei lavoratori dipendenti, costretti a nuovi sacrifici. La legge di stabilità ha confermato le misure restrittive contenute nel Dpr 122/2013, che ha prorogato il blocco della contrattazione e degli automatismi stipendiali per i pubblici dipendenti, anche di quelli non contrattualizzati, come i docenti universitari, le cui istanze sono state di recente disattese dalla Corte Costituzionale. Continua a leggere